Insonorizzare la Lavatrice e l’Asciugatrice Fai Da Te (4 Passi)

Insonorizzare la Lavatrice e l'Asciugatrice Fai Da Te

Molte persone hanno la giornata occupatissima e piena di lavori e faccende da sbrigare. Escono di casa la mattina presto e tornano la sera all’ora di cena. Quindi a parte il sabato e la domenica, non hanno molto tempo per svolgere i lavori domestici.

Ma spesso capita di avere bisogno di un determinato vestito o di un paio di jeans da mettere il giorno dopo. A tutti è capitato di aprire l’armadio per prendere quel paio di pantaloni che avevamo in mente e ricordarsi subito che si trova dentro il cesto dei panni sporchi.

E’ in questo momento che parte l’agitazione e insieme ad essa parte anche la lavatrice alle 11 di sera. Ovviamente questo porta rumori e disturbi sia per noi che per i nostri vicini.

Poi metti anche che molte persone usano la lavatrice o l’asciugatrice di sera o addirittura di notte per risparmiare, essendo che l’energia elettrica in questi orari costa di meno, ed ecco che abbiamo creato un ambiente pieno di rumori indesiderati che sono una fonte di litigi inutili con i vicini del condominio.

Proprio per ovviare a questo, nella guida di oggi vedremo alcune tecniche, consigli e metodi “fai da te” per insonorizzare la nostra lavatrice e asciugatrice, che ho imparato negli anni dopo un bel po’ di lamentele dei miei vicini, soprattutto quando ero studente.

Cominciamo!

Indice:

Usiamo un Tappeto Anti Vibrazione

Il primo passo per isolare la lavatrice e l’asciugatrice dal pavimento è quello di utilizzare un tappeto antivibrante e ammortizzante come questo o questo, disponibili su Amazon.

La maggior parte del rumore di una lavatrice ha una frequenza bassa: è il suo classico rombo fastidioso. Questo rombo si diffonde nella casa tramite le vibrazioni che si trasmettono attraverso il pavimento e le pareti. Abbiamo a che fare con un rumore che si propaga per via strutturale negli edifici.

Per questo motivo, se avete la lavatrice accesa e vi trovate in una stanza lontana, probabilmente non sentirete tanti rumori. Ma il vostro vicino al piano inferiore, che magari in quel momento si trova proprio sotto la vostra lavanderia, la sente molto di più. Così a volte ci sembra che un vicino si lamenti inutilmente.

I tappeti antivibrazione smorzano e attutiscono le vibrazioni della lavatrice e asciugatrice migliorando di molto l’insonorizzazione della vostra lavanderia o della stanza dove usate questi elettrodomestici. Inoltre, sono anche antiscivolo.

Per farvi un’idea, sono molto simili a questo tappeto nell’immagine sotto:

Tappeto anti vibrazione lavatrice

Immagine: pinterest.com

Si tratta di una soluzione velocissima e molto facile da applicare, basta mettere il tappetino sotto la lavatrice.

In questo modo sentirete una considerevole differenza e probabilmente meno lamenti dai vostri vicini.

Usiamo una Base Antivibrante per Lavatrice

Se avete un budget un po’ più alto, invece del tappetino di sopra potete prendere una pedana anti vibrazione.

Si tratta di un basamento per lavatrice, asciugatrice o frigorifero che assorbe le vibrazioni, è regolabile ed è dotato anche di ruote retrattili che permettono di spostare gli elettrodomestici pesanti facilmente per la pulizia del pavimento o semplicemente per il trasporto.

Vi consiglio questa base universale della Meliconi o questa della Xavax, che potete trovare su Amazon.

Copriamo la Porta con i Tessuti Fonoassorbenti

Il prossimo passo è quello di usare i tessuti fonoassorbenti per coprire e rinforzare la porta della lavanderia. Questi tessuti sono abbastanza spessi e servono per assorbire i suoni dentro la stanza. Ne ho parlato in dettaglio in questo articolo.

Vi consiglio questo tessuto fonoassorbente fonoisolante su Amazon. Durante l’ordine potete scegliere la lunghezza da comprare. Naturalmente, più tessuto metterete sulla porta, più densità e massa avrete, e più sarà efficace l’isolamento acustico.

Di solito le porte interne delle case di oggi sono tamburate, quindi vuote dentro, e non bloccano i suoni facendo passare una grande quantità di rumori. Per questo si cerca di rinforzare la porta con questi materiali isolanti.

In alternativa, si potrebbe considerare di cambiare la porta con una in legno massiccio o massello che solitamente offre un isolamento migliore. In questo caso il prezzo sarà più alto e, a seconda della vostra dimestichezza con i lavori manuali, probabilmente avrete bisogno di un professionista per cambiarvi la porta.

In questo articolo ho parlato in dettaglio su come insonorizzare una porta. Se volete approfondire, dategli un’occhiata.

Isoliamo la Porta

Per isolare ancora di più la porta, ci sono degli altri metodi abbastanza economici e adatti al “fai da te” che potete applicare facilmente. Servono principalmente a chiudere i possibili spifferi, fessure e crepe della porta.

Il primo è quello di usare delle guarnizioni per porte come questa o questa (su Amazon), le quali si attaccano lungo lo stipite facendo in modo che la porta le comprima quando viene chiusa, bloccando così il rumore.

Servono anche per bloccare l’aria fredda e per proteggere la porta nel caso dovesse sbattere accidentalmente.

Il secondo metodo è quello di installare un paraspifferi sottoporta per chiudere la fessura più grande della porta, ovvero quella tra il pavimento e la parte inferiore della porta, da dove può entrare una grande quantità di rumore.

A seconda del tipo di porta che avete e della grandezza della fessura sotto di essa, potete scegliere tra due tipi principali di paraspifferi che sono disponibili oggi in commercio. Potete vederli nelle immagini qui sotto.

Primo tipo:

Paraspifferi sottoporta

Immagine: pinterest.com

Se scegliete il primo tipo, vi consiglio questo paraspifferi sottoporta, oppure questo (su Amazon).

Secondo tipo:

Paraspifferi sottoporta

Immagine: pinterest.com

Se invece scegliete quest’altro tipo, vi consiglio questo o questo (su Amazon).

Il terzo e ultimo metodo è quello di controllare se ci sono crepe intorno alla porta, tra il suo telaio e il muro.

Se notate qualche crepa, dovete eliminarla utilizzando del mastice per pareti che trovate su Amazon.

Che Livello di Insonorizzazione ci Possiamo Aspettare?

Ok, – direte voi – grazie mille per i consigli!

Ma che livello di insonorizzazione ci possiamo aspettare? Perché se facciamo tutto questo solo per avere una minima differenza, non vale la pena iniziare, giusto?

Beh, giusto, non posso che darvi ragione e rispondervi che il livello di isolamento che otterrete dipenderà molto dalla vostra situazione specifica: dove avete la lavatrice, il tipo di pareti che avete, il tipo di pavimento, ecc.

Ma secondo la mia esperienza e anche dalle testimonianze che ho letto e sentito, potete aspettarvi una riduzione del rumore del 30 – 40%.

Niente male, secondo me!

Conclusioni

Abbiamo appena visto alcuni metodi abbastanza facili e veloci per insonorizzare una lavatrice o asciugatrice. Naturalmente questi metodi si possono applicare anche ad altri elettrodomestici per renderli più silenziosi.

A seconda della vostra situazione e del vostro budget, potete decidere quale di questi applicare per primo, e poi proseguire vedendo i risultati ottenuti.

Spero che questa guida vi sia utile e, perché no, vi aiuti a fare qualche lavatrice anche di notte, quando magari siete di fretta, senza disturbare i vicini e le persone con cui vivete. 😉

Se avete qualche domanda o volete condividere la vostra esperienza, fatemi sapere scrivendo un commento qui sotto.

2 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *