I Cartoni delle Uova: Funzionano Per Insonorizzare Una Stanza?

I Cartoni delle Uova: Funzionano Per Insonorizzare Una Stanza?

Nell’immaginario comune una stanza insonorizzata ha le pareti rivestite con dei cartoni per le uova e al centro di essa si trova un ragazzo coi capelli lunghi che suona appassionatamente la batteria.

Ma questa immagine corrisponde veramente alla realtà? Ovvero, le scatole delle uova funzionano davvero per insonorizzare una stanza?

Allora, partiamo subito col dire che i cartoni delle uova non insonorizzano e non fanno isolamento acustico, ma assorbono i suoni e non li fanno riflettere sui muri, riducendo il riverbero e minimizzando l’eco del suono.

Le pareti della vostra stanza, avendo una superficie liscia e dura, riflettono il suono creando un eco che può essere molto fastidioso soprattutto se dovete suonare per diverse ore o registrare suoni ad alta qualità.

E’ il classico esempio di quando cantiamo o ascoltiamo musica in bagno, dove c’è (quasi) sempre un riverbero del suono il quale si riflette sulle piastrelle, essendo anche un ambiente vuoto con pochi oggetti morbidi che possono assorbirlo.

In poche parole, i cartoni delle uova “puliscono” il suono, lo rendono più “asciutto” e sono molto simili ai pannelli fonoassorbenti. Ma funzionano principalmente sulle frequenze medie e alte, per le frequenze basse si possono usare i bass traps che vedremo in seguito.

Un altro vantaggio delle scatole delle uova è il fatto che sono molto economiche e di facile applicazione.

Dopo aver dato una risposta veloce, ora vediamo più in dettaglio alcune domande che potreste avere sull’insonorizzazione con i cartoni delle uova.

Indice:

Dove Trovarli?

Come abbiamo detto, i cartoni delle uova hanno prezzi molto bassi e il fatto di essere molto economici, li ha resi abbastanza popolari e ancora molto utilizzati.

Ovviamente penso che non vorrete comprare 200 uova solo per i loro cartoni.

Per trovarli potete chiedere in qualsiasi negozio che usa molto le uova, come le pasticcerie o le gelaterie artigianali. Oppure potete cercare nei negozi online. Su Amazon ci sono alcuni disponibili qui.

Come Insonorizzare Una Stanza Fai Da Te Con i Cartoni delle Uova?

Insonorizzare una stanza può servire per vari motivi: per una sala prove o di registrazione, per un sistema home theatre, ecc.

Come abbiamo già detto, i cartoni delle uova non isolano e non insonorizzano, ma assorbono il suono e i suoi echi. Per insonorizzare completamente servono altri materiali più costosi e probabilmente l’aiuto di esperti.

Dopo aver capito questo e se per vari motivi (un suono più pulito, senza riverbero) volete ancora utilizzare le scatole delle uova per la vostra stanza, in questo paragrafo vedremo come fare per fissarle alle pareti senza danneggiare queste ultime.

Il procedimento è molto simile a quello che abbiamo visto per i pannelli fonoassorbenti.

Decidiamo Dove Mettere I Cartoni

Per prima cosa decidiamo i punti della stanza dove fissare i cartoni delle uova. Questo dipenderà dalle vostre esigenze e probabilmente dovrete fare degli esperimenti per raggiungere un risultato soddisfacente.

Oltre ai muri, potrete decidere di coprire anche la porta o il soffitto della vostra camera.

Un’altra cosa da tenere a mente è la parte estetica, ma al contrario dei pannelli acustici fonoassorbenti, le scatole delle uova non offrono molta scelta in questo ambito, quindi vi consiglio di guardare la qualità del suono risultante e di fregarvene se la stanza diventerà brutta da vedere.

Come Attaccare i Cartoni Delle Uova al Muro

Come per i pannelli, ha senso attaccare le scatole delle uova su dei fogli di cartone, per raggrupparle e poi fissarle a gruppi sulle pareti.

Questa, secondo me, è una soluzione ancora più valida in questo caso, in quanto i cartoni delle uova hanno dimensioni più ridotte dei pannelli. Così ci risparmiamo il lavoro di montarli uno a uno sul muro.

Per cominciare, come primo passo, raggruppate le scatole insieme ed incollatele su un foglio di cartone della stessa misura, con della colla spray come questa della 3M.

Decidete voi, secondo le vostre preferenze, quante scatole raggruppare insieme.

Per il secondo passo, se il foglio di cartone è più grande, ritagliate semplicemente la parte che avanza.

Come terzo ed ultimo passo, fissiamo sul muro i gruppi di scatole per le uova usando le strisce adesive da parete, come ad esempio gli adesivi 3M Command.

L’uso di questi adesivi è semplice, dovete solo attaccare una striscia sulla parte posteriore dei fogli di cartone e un’altra sul muro. Dopo questo, vi basterà spingere il gruppo di contenitori per le uova sul muro facendo combaciare gli adesivi.

Questa soluzione con adesivi da parete ha il vantaggio di essere facilmente rimovibile senza danneggiare la parete, quindi molto consigliabile.

Per quanto riguarda invece il numero degli adesivi da usare, questo dipende dal peso dei vostri gruppi di scatole per le uova. Più scatole raggruppate insieme e più adesivi dovrete utilizzare.

Funzionano Per Suonare La Batteria?

suonare batteria stanza insonorizzata

I contenitori per le uova, come anche i pannelli fonoassorbenti, non riusciranno a isolare completamente la vostra stanza dove volete suonare la batteria.

Essi vi aiuteranno a ridurre un po’ il rumore e non farlo propagare nelle altre camere. Le scatole delle uova aiuteranno a diminuire l’eco e il riverbero, i quali sono due fattori che fanno percepire così alto il suono della batteria.

Per suonare la batteria potete inoltre usare la schiuma Bass Trap, in quanto i cartoni delle uova non sono molto efficaci per le basse frequenze.

Un’altra cosa da fare è cercare di isolare la porta della stanza, soprattutto la parte aperta sotto di essa.

L’ultimo consiglio “fai da te” è di mettere un tappeto resistente sotto la batteria e anche del materiale insonorizzante come questo, sotto il tappeto. Questo abbinamento dovrebbe minimizzare le vibrazioni.

Se dopo aver adottato questi suggerimenti, non siete contenti del risultato e i vostri vicini si lamentano 🙂 , poi potete provare una soluzione professionale dove probabilmente dovrete chiamare una ditta specializzata che vi farà spendere un po’ di più, ma in cambio vi darà un isolamento migliore.

In Confronto Con i Pannelli Fonoassorbenti

I pannelli fonoassorbenti sono molto simili alle scatole delle uova quando si tratta di assorbimento acustico, per ridurre l’eco ed il riverbero, anche se alcune persone ritengono che i pannelli hanno un rendimento migliore.

In più i pannelli di solito hanno una dimensione maggiore, quindi vi servirà un numero minore per coprire la stessa superficie.

Come svantaggio dei pannelli possiamo citare il loro prezzo più alto, anche se questo non succede in tutti i casi. Comunque compensano questo svantaggio con una parte estetica più bella. Infatti i pannelli sono disponibili in molti colori, forme e variazioni.

Ecco un esempio di pannelli fonoassorbenti piramidali in Poliuretano espanso disponibili su Amazon, molto simili ai cartoni delle uova proprio grazie alle piccole piramidi presenti, e con una dimensione di 50cm x 50cm:

Pannelli Fonoassorbenti KeyHelm

Immagine: pinterest.com

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come i cartoni delle uova non funzionano per insonorizzare, ma per assorbire i suoni, ridurre il riverbero e gli echi, dando come risultato un suono più “secco”.

In più abbiamo dato delle risposte ad alcune domande comuni sull’utilizzo dei contenitori delle uova in ambito acustico, per esempio, dove trovarli e comprarli, come fissarli sulle pareti, ecc.

Spero che le mie risposte e idee vi siano state utili. Per ogni richiesta o suggerimento, lasciate un commento qui sotto.

Alla prossima!

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *